Diffamazione: ATTENTI A FACEBOOK

22.04.2014 18:51

Al giorno d'oggi sempre più spesso si usa facebook (e altri social network) anche per sfogarsi ed esternare il proprio pensiero su conoscenti e colleghi di lavoro, magari limitando il post ad una ristretta cerchia di amici.

Da oggi bisogna stare ancora più attenti a quello che si dice, anzi si scrive, anche se si usa l'attenzione di non fare nomi e restringere la visibilità del post, si può incappare nel reato di diffamazione ex 595 del Codice Penale.

La sentenza della corte di Cassazione N°16712/2014, infatti stabilisce che sia sufficiente che il soggetto diffamato sia riconoscibile (anche solo da pochi utenti) dal contesto del discorso, perchè si abbia il reato di diffamazione.

 la Suprema Corte richiede come elementi del reato la consapevolezza di divulgare una frase lesiva dell'altrui reputazione, e la volontà che l'affermazione venga a conoscenza anche solo di due persone. La pena prevista, data l'aggravante di essere commesso con un "mezzo di pubblicità", è della reclusione da sei mesi a tre anni o della multa non inferiore a €516.

 

 

Contatti

Studio Legale Avv. Stefano Minicucci Via Del Molino 126
50041 Calenzano (FI)
Tel: 0558826335
Fax: 0559029222
stefano.minicucci@gmail.com